Finalisti (in ordine alfabetico)

ANTONIO CARAMASSI di Follonica (Grosseto) con PAESAGGI URBANI
CINZIA MUROLO di Piombino (Livorno) con UN'ESTATE SENZA SPIAGGIA
GIULIA BRUGNOLINI di Follonica (Grosseto) con STORIA DI UN 23 B
GRAZIA GHILLI di Bivio di Ravi (Grosseto) con FUORI
MARIA MAZZEI
di Piombino (Livorno) con OMBRELLONI
MARICLA DI DIO MORGANO di Calascibetta (Enna) con L'INVERNO CHE VERRA’
MASSIMO BATINI di Piombino (Livorno) con “TETRAPÒLIS”
MICHELE MARCHIANI di Puntone (Scarlino) con L'APPROCCIO MATEMATICO
PAOLO BORSONI di Ancona con VIAGGI
SERGIO PIERI di Follonica (Grosseto) con QUATTRO STAGIONI

Finalisti Giovani (in ordine alfabetico)



ELEONORA SALVINI di Saline di Volterra (Pisa) con STAVA CAMMINANDO
KLARA WOODSON di Velletri (Roma) con ANATION

Nota: i racconti finalisti sono pubblicati nella raccolta "Le Stagioni in Città", Il Salmastro 2011 - Premio Letterario Città di Follonica, 2a Edizione Ouverture Edizioni, Via Fermi 3, Loc. La Botte, 58020 Scarlino (GR)
Web www.ouverturedizioni.it e-mail info@ouverturedizioni.it

LE STAGIONI IN CITTA'
Il Salmastro 2011, Premio Letterario Città di Follonica

LE STAGIONI IN CITTA'Autore: Autori Vari
Genere: Racconti inediti, a tema
Dati: anno 2011, rilegato filo refe, 150 pagine
Copertina con bandella, verniciatura UV
Formato: 14x20
13.50 EUR

Prefazione di Andrea Benini, Assessore alla Cultura di Follonica. Racconti di Massimo Batini, Paolo Borsoni, Giulia Brugnolini, Antonio Caramassi, Maricla Di Dio Morgano, Grazia Chilli, Michele Marchiani, Maria Mazzei, Cinzia Murolo, Sergio Pieri, Eleonora Salvini, Klara Woodson.

VINCITORI EDIZIONE 2011

PREMIO SPECIALE CITTA' DI FOLLONICA "IL SALMASTRO" a

IOLANDA RASPOLLINI
Il premio speciale "Il Salmastro 2011" è di Iolanda Raspollini. Un riconoscimento che non è attribuibile solo all'attività letteraria, seppure Iolanda sia autrice di pubblicazioni importanti quali "Una scuola sul mare" del 1995, "C'era una volta Follonica" del 1996 e il romanzo "Lettere di Lia" del 1999; il ruolo che Raspollini ha saputo ritagliarsi nella comunità cittadina è quello di educatrice a tutto campo. Prima come professione, nell'ambito della scuola media, poi come volontaria, per un ispirato e autentico interesse verso l'impegno sociale, Iolanda è stata parte attiva e determinante delle esperienze scolastiche che sono passate alla storia come "sperimentali". E' stata fondatrice, oltre vent'anni fa, assieme ai compianti Alfeo Chirici e al professor Eugenio Lippi, dell'Università dell'Età Libera, iniziativa pubblica che tutt'ora è un fiore all'occhiello dell'amministrazione comunale. Vi ha insegnato cinema, letteratura, ma soprattutto è elemento indispensabile nell'organizzazione annuale, per mettere assieme docenti e allestire i calendari dei corsi. Iolanda Raspollini, di antica famiglia follonichese, non rinuncia a offrire il proprio autorevole contributo sulle grandi questioni locali che caratterizzano Follonica, a cominciare dall'attuale dibattito sulla Colonia Marina. Insomma, una concittadina esemplare, dotata delle armi dell'intelletto e della cultura, messe al servizio di una convivenza civile, partecipata e democratica.

TARGA SPECIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE a

OLIMPIA ESPOSITO (1983 - 2011)
Una grande sensibilità, un'immensa voglia di comunicare anche attraverso la scrittura, un impegno sociale profondo al servizio del prossimo, non hanno colmato la fragilità di una vita tanto breve quanto intensa e preziosa.

PREMIO CITTA' DI FOLLONICA "IL SALMASTRO" SEZIONE GIOVANI - 500 Euro a

KLARA WOODSON (VELLETRI, Roma) con il racconto "Anation"
Motivazione.
Un viaggio incantato e per certi versi onirico, che attraversa le stagioni dell'esistenza di una donna che chiede di vivere e amare. Un racconto disincantato che riesce per la sua naturalezza ad attrarre il lettore in un'atmosfera magica ma al contempo intrisa di un sorprendente realismo.

PREMIO CITTA' DI FOLLONICA "IL SALMASTRO" MIGLIOR RACCONTO - 1.000 Euro a

GRAZIA GHILLI (BIVIO DI RAVI, Grosseto) con il racconto "Fuori"
Motivazione
. "Sopra le nuvole c'è sempre il sole". Massima che si adatta a un racconto che lancia un messaggio di grande libertà. L'amore di una madre detenuta che, al momento di separarsi dalla sua bambina, disegna sul soffitto della cella il mondo esterno e il trascorrere delle stagioni, rappresentando la volontà di educare e di crescere per dare un senso alle loro esistenze nel mondo reale e allontanarle insieme dal buio che le circonda.

Finalisti

Dimensione download: 54 KB

Logo Il Salmastro 2011

"Le stagioni in città"

2ª Edizione 2011
Bando di Concorso
Premio Letterario

Cittą di Follonica Cittą di Follonica - ES Cittą di Follonica - Biblioteca della Ghisa

con il patrocinio

Regione Toscana Provincia di Grosseto

A Italo Calvino e al suo "Marcovaldo ovvero le stagioni in cittą" un grazie di cuore per essere stato ispirazione del tema scelto, perchè l'ambiente e il territorio in cui viviamo possono davvero cambiare la qualità della nostra vita.