stemma della testata

 

giovedý 13 giugno 2019

Il Tirreno - Ambiente

COMUNE DI FOLLONICA - Niente autorizzazione all'impianto Monciatti: "Soddisfazione duplice"

scarlino.

Il Comitato per il No all'inceneritore di Scarlino è doppiamente soddisfatto per la decisione assunta dal consiglio regionale della Toscana di non rinnovare l'autorizzazione all'impianto: «Sia per l'unanimità raggiunta sulla questione della insostenibilità tecnico sanitaria dell'impianto - si legge in una nota a firma del presidente del Comitato per il No all'inceneritore, Mario Monciatti - sia per l'accoglimento delle alternative all'incenerimento proposte dal Comitato stesso».

La mozione n. 1677 passata sotto la lente del consiglio regionale è nata a gennaio quando il Comitato per il No all'inceneritore ha presentato a tutti i gruppi politici della provincia di Grosseto una proposta di mozione che chiedeva di vincolare la Giunta regionale a prendere finalmente in analisi i contenuti dell'ultima sentenza che è stata emessa dal Consiglio di Stato.

«Come è noto -osserva Monciatti - tale sentenza censura sui temi della salute le approssimazioni dell'Amministrazione regionale e prescrive autonomi accertamenti tecnico scientifici a verifica delle osservazioni presentate inutilmente alla struttura procedente della Regione Toscana da associazioni ambientaliste e in merito ai caratteri fisici dei forni». «Si tratta di osservazioni, poi di diffide, fondate su studi autorevoli - valuta il presidente del Comitato per il No all'inceneritore - comprese le relazioni tecniche di consulenti d'ufficio della Magistratura grossetana, i quali hanno confermato le conclusioni della relazione del Consiglio nazionale delle ricerche - Istituto ricerche sullacombustione di Napoli».

E cioè, spiega Monciatti: «Che i forni della Scarlino Energia non sono mai stati a norma dal 2005 nel rispetto delle condizioni tecniche volute per l'abbattimento delle famigerate diossine». In conclusione, c'è quindi «soddisfazione per il buon senso generale che ha fatto prevalere le considerazioni scientifiche e gli interessi collettivi agli interessi di parte - dice il presidente Monciatti - Ma soddisfazione ci sono anche per l'accoglimento da parte di tutti i gruppi politici in Regione delle alternative all'incenerimento suggerite dal Comitato, in quanto il dispositivo finale accolto chiedeva, dopo una indiscutibile documentazione in premessa, di convocare un tavolo concertativo con i sindacati e con l'Ato Toscana Sud al fine di programmare la realizzazione di impianti a supporto del recupero di materiali dalla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, capace di assorbire la manodopera oggi dipendente dalla Società Scarlino Energia».

«Siamo pertanto fiduciosi - conclude Mario Monciatti, presidente del Comitato per il No all'inceneritore - che la giunta regionale voglia dare concretezza anche a quest'ultima proposta». - BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI



       

Ultima modifica: 12.Jun.2017
Copyright © 1998, 2019 Comune di Follonica
IL COMUNE LA COMUNITA' - Follonica Comunicazione
Testata di informazione del Comune di Follonica
Iscrizione al Tribunale di Grosseto n. 8/2005
Direttore Responsabile Noemi Mainetto
Largo Felice Cavallotti, 1 - 58022 Follonica (Grosseto)
Tel. Centralino 0566 - 59111 | URP 0566 - 59256 | Fax 0566 - 41709
Codice fiscale 00080490535
Protocollo: protocollo@comune.follonica.gr.it
PEC: follonica@postacert.toscana.it (solo per messaggi da caselle di posta elettronica certificata)
Suggerimenti e consigli su questo sito: www@comune.follonica.gr.it