stemma della testata

martedì 21 maggio 2002

Follonica: metà spiagge libere e metà gestite da privati, potenziamento dei servizi e una maggiore fruibilità e accesso agli arenili. Questi sono alcune delle indicazioni contenute nel recente Piano Spiagge

Varato definitivamente il Piano Spiagge. L’approvazione è avvenuta in un recente Consiglio Comunale. Il fenomeno erosivo ha notevolmente condizionato la dimensione degli arenili follonichesi riducendo i metri quadrati disponibili a 183.218 distribuiti sui 6.448 metri lineari. Di questi attualmente solo il 44,5% sono utilizzati da stabilimenti balneari e spiagge attrezzate o in concessione per un totale di 2.870 metri lineari. Con i nuovi Piani Spiagge nel futuro (se si realizzeranno tutte le previsioni) gli arenili ad appannaggio degli stabilimenti balneari e spiagge attrezzate o in concessione passeranno a 3.170 metri, pari al 49,1%, con le spiagge libere che si attesteranno, al massimo, sul 50,9%, portando a un sostanziale equilibrio fra le aree di arenile che possono essere destinate a libero uso rispetto alle aree variamente attrezzate. "Il Comune – spiega il sindaco Emilio Bonifazi – con l’adozione dei piani ha cercato di migliorare l’offerta qualitativa turistica di questa città. Infatti, se è pur vero che la spiaggia di Follonica è utilizzata pubblicamente da secoli (certo non per attività elioterapiche) è anche vero che la domanda di qualità dei servizi che una città offre nei secoli è variata sensibilmente. A tutti fa piacere che Follonica ottenga anche per il 2002 la Bandiera Blu; un riconoscimento conseguito grazie anche al livello di qualità offerto dagli stabilimenti balneari, che devono essere "in buona conservazione, dotati di tutti i servizi e vigilati da personale addetto al salvamento". Senza uno sforzo di tutti verso la qualità Follonica non potrebbe figurare ai primi posti nelle classifiche dei rotocalchi nazionali." E proprio in questa ottica si sono mossi i piani approvati, con la dotazione sull’arenile pubblico di servizi igienici, docce e addetti al salvamento ma importante è stato anche consentire una pluralità di accessi al mare grazie alla apertura o riapertura di varchi tra le baracche o nelle aree di tombolo privatizzate. "La spiaggia – conclude Bonifazi – è una risorsa fondamentale e per questo va resa accessibile, frequentabile ma anche e soprattutto salvaguardata. Per questo, nei piani vi è una particolare attenzione alle modalità di gestione e salvaguardia degli arenili."


UFFICIO STAMPA
Nicola Giordano

       

Ultima modifica: 30.Nov.2020
Copyright © 1998, 2022 Comune di Follonica
IL COMUNE LA COMUNITA' - Follonica Comunicazione
Testata di informazione del Comune di Follonica
Iscrizione al Tribunale di Grosseto n. 8/2005
Direttore Responsabile Noemi Mainetto
Largo Felice Cavallotti, 1 - 58022 Follonica (Grosseto)
Tel. Centralino 0566 - 59111 | URP 0566 - 59256 | Fax 0566 - 41709
Codice fiscale 00080490535
Protocollo: protocollo@comune.follonica.gr.it
PEC: follonica@postacert.toscana.it (solo per messaggi da caselle di posta elettronica certificata)
Suggerimenti e consigli su questo sito: www@comune.follonica.gr.it