stemma della testata
trasparenza

mercoledì 10 agosto 2022

Consiglio comunale: Votata all unanimita la mozione contro il rigassificatore nel porto di Piombino

(131) I consiglieri di maggioranza e opposizione hanno chiesto al sindaco e alla Giunta di attivarsi presso le istituzioni Nazionali e Regionali affinché il Comune possa essere inserito all’interno dell’iter autorizzatorio, al fine di poter esprimere la propria contrarietà e richiedere che venga effettuata una valutazione di Impatto ambientale all’interno dell’iter previsto.

 

 

 

Ieri, lunedì 8 agosto, il Consiglio comunale di Follonica ha approvato all'unanimità la “Mozione sulla collocazione di un rigassificatore a Piombino e nel Golfo di Follonica”, in cui si chiede al sindaco e alla Giunta di attivarsi presso le istituzioni Nazionali e Regionali affinché il Comune possa essere inserito all’interno dell’iter autorizzatorio, al fine di poter esprimere la propria contrarietà e richiedere che venga effettuata una valutazione di impatto ambientale all’interno dell’iter previsto.

Non solo: è stato chiesto di attivarsi contro qualsiasi attività che possa gravare e minare le tutele ambientali e la sicurezza delle cittadine e dei cittadini e di conoscere l’effettivo tratto di interdizione alla navigazione dalla nave rigassificatrice e come quest’area può influire sulle attività di Follonica. È poi stato chiesto di agire affinché nel Comune possano essere favoriti ed attuati investimenti per uno sviluppo delle energie rinnovabili e delle comunità energetiche, dando un segnale che il cambiamento avviene anche attraverso l’azione degli enti locali. Infine, a prescindere dall'esito della vicenda, è stato chiesto di attivarsi affinché lo Stato, la Regione e la Società Snam si dotino di una fideiussione per gli eventuali anni di permanenza nel porto, a garanzia di eventuali danni economici ed ambientali che potrebbero emergere e per i quali si dovrà porre rimedio.

Grazie anche al lavoro svolto dai sindaci del comprensorio e alle mobilitazioni delle popolazioni locali, non verrà infatti realizzata alcuna piattaforma offshore stabile nel Golfo, e la volontà sembra essere quella di far rimanere il rigassificatore nell'area di Piombino per tre anni per poi essere spostato verso una destinazione diversa.

Un punto fermo sottolineato dal Consiglio comunale follonichese è il dover seguire necessariamente un iter autorizzativo integrale e non parziale, in modo che le comunità e tutti i soggetti produttivi della nostra costa possano avere le dovute garanzie senza subire penalizzazioni che potrebbero essere irreversibili.

Le preoccupazioni principali – oltre al mancato dialogo con il territorio rispetto ad una scelta decisa in sede nazionale senza alcun confronto preventivo con le istituzioni locali – riguardano la sicurezza dell'impianto di rigassifcazione ed i probabili effetti ambientali, lavorativi e sociali generati dalla sua presenza. Dal punto di vista tecnico, sono tre gli aspetti principali: l’impatto del cloro scaricato in mare dal rigassificatore (circa 50 chili al giorno); la bassa temperatura delle acque di scarico e la connessione alla rete del gas attraverso un tubo lungo otto chilometri dalla nave fino alla prima centrale di distribuzione del gas. Ulteriori preoccupazioni riguardano l’eventuale impatto sullo sviluppo economico e turistico del litorale, oltre ai pericoli per l’ecosistema marino, ricordando che nel golfo di Follonica esistono anche importanti coltivazioni ittiche con un raccolto che rappresenta ben il 60% della produzione nazionale, e che occupano diverse centinaia di addetti, che potrebbero risentire pesantemente di un’alterazione dell'ambiente marino. Altra perplessità riguarda la collocazione del rigassificatore in prossimità della costa, all’interno di un golfo dove a causa delle correnti interne il ricambio delle acque avviene in modo minore rispetto al mare aperto, infatti basta vedere dove sono stati collocati gli altri rigassificatori in Italia, ovvero tutti almeno oltre le 8 miglia dalla linea di costa.
 



UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE
Noemi Mainetto
0566 - 59455
0566 - 59217
ufficio.stampa@comune.follonica.gr.it

       

Ultima modifica: 30.Nov.2020
Copyright © 1998, 2022 Comune di Follonica
IL COMUNE LA COMUNITA' - Follonica Comunicazione
Testata di informazione del Comune di Follonica
Iscrizione al Tribunale di Grosseto n. 8/2005
Direttore Responsabile Noemi Mainetto
Largo Felice Cavallotti, 1 - 58022 Follonica (Grosseto)
Tel. Centralino 0566 - 59111 | URP 0566 - 59256 | Fax 0566 - 41709
Codice fiscale 00080490535
Protocollo: protocollo@comune.follonica.gr.it
PEC: follonica@postacert.toscana.it (solo per messaggi da caselle di posta elettronica certificata)
Suggerimenti e consigli su questo sito: www@comune.follonica.gr.it